• News

    Estadio de Bata

    Estadio de Bata archistadia vista esterna

    Estadio de Bata
    località: Bata, Guinea Equatoriale
    inaugurazione: 2007; ampliamento: 2011
    capienza: 35.700

    Siamo in Guinea Equatoriale, Africa, in una città portuale di poco più di 250.000 abitanti. Qui, il prossimo 8 febbraio, si disputerà la finale della Coppa d'Africa 2015: la città è Bata, lo stadio, con poca fantasia, l'Estadio de BataUn impianto interessante, multi-funzionale, situato a fianco di un centro sportivo dotato di palestra, piscina coperta e un hotel. Insomma, non siamo nella parte di mondo dove professionismo e tecnologia dominano la scena sportiva, ma non per questo mancano le idee concrete e ben realizzate.

    Estadio de Bata ristrutturazione
    prima e dopo la ristrutturazione
    L'Estadio de Bata è relativamente giovane, costruito nel 2007 su pianta ovale, con una struttura semplice a un solo anello con 21 file di posti, in cemento prefabbricato, e soltanto le due tribune principali dotate di copertura. All'epoca dell'inaugurazione poteva ospitare 22.000 spettatori e venne subito utilizzato per ospitare la Coppa d'Africa femminile del 2008 (vinta proprio dalla squadra padrone di casa). Successivamente si decise subito per un ampliamento, in vista del grande impegno della Guinea Equatoriale come paese ospitante - insieme al Gabon - della Coppa d'Africa 2012.

    La ristrutturazione venne realizzata in pochi mesi e consisteva nell'aggiunta di un secondo anello - 13 file di posti - con struttura in acciaio che abbracciava lo stadio esistente e si completava con una copertura ovale continua (sostituendo, quindi, quella precedente, presente solo sui lati centrali dell'impianto). In particolare, per questa nuova struttura in acciaio è stata impiegata una maglia di elementi reticolari in acciaio del modello Besista, una soluzione già sperimentata nella copertura della tribuna del Wildparkstadion, Karlsruhe, e nella struttura della Red Bull Arena di Lipsia.

    Fondamentale il lavoro dell'azienda svizzera NUSSLI, leader nella fornitura di materiali e nella logistica della messa in opera in questo tipo di cantieri. 275 container arrivati via mare dai centri di produzione europei, per la costruzione in acciaio della copertura e il rivestimento esterno in alluminio. Inoltre, tutti gli elementi sono stati lavorati in precedenza con un rivestimento speciale a causa del clima tropicale della zona, altamente corrosivo, che non permetteva di operare con i tradizionali metodi tipici delle strutture in acciaio zincato. Un ampliamento di 280m x 210m, e 27m in altezza, che ha portato oggi la capienza a 35.700 posti, con un nuovo sistema di illuminazione integrato nella copertura a sostituzione dei vecchi lampioni presenti ai quattro angoli dell'impianto.


    Estadio de Bata lavori di ristrutturazioneEstadio de Bata lavori di ristrutturazione

    Estadio de Bata lavori di ristrutturazione
    foto da covenant-engineering.de

    Estadio de Bata vista esterna


    +

    per saperne di più:
    • NUSSLI, sito web dell'azienda (in italiano)
    • dettagli della struttura con elementi Besista (in inglese) link
    • Wildparkstadion, Karlsruhe, dettagli dell'utilizzo di elementi Besista nella struttura (in inglese) link
    • Red Bull Arena, Lipsia, dettagli dell'utilizzo di elementi Besista nella struttura (in inglese) link

    *
    Condividi questo articolo sui social usando i bottoni laterali, iscriviti al blog per ricevere ogni aggiornamento e commenta con le tue opinioni, critiche o consigli. Per scrivermi via email o seguirmi sui profili social, fare riferimento alla pagina "Contatti".

    Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

    Nessun commento:

    Posta un commento

    Proud Partner of








    Scarica l'app mobile e registra la tua presenza in uno stadio, ogni volta che vai a vedere una partita.
    Clicca qui per leggere la recensione.

    Attualità