Le trasferte di Europa League: Feyenoord e Athletic Bilbao

Seconda parte del breve approfondimento per gli stadi che visiteranno le squadre italiane impegnate nei 16esimi di finale di Europa League, questa volta con un occhio alle trasferte che affronteranno  Roma e Torino.


clicca qui per la prima parte, con Hüseyin Avni Aker Stadium, Trabzonspor, per Trabzonspor-Napoli; Celtic Park, Glasgow, per Celtic-Inter; White Hart Lane, Londra, per Tottenham-Fiorentina.

Stadion Feijenoord - De Kuip, Feyenoord-Roma, 26 febbraio 2015.



Iniziamo dall'Olanda, Rotterdam, dove la Roma giocherà il ritorno dello scontro diretto contro il Feyenoord al De Kuip. Stadio storico della terra dei tulipani - conosciuto anche come Stadion Feijenoord dall'omonima area della città in cui si trova - è diventato l'impianto di casa della squadra biancorossa nel 1937, anno dell'inaugurazione (negli anni precedenti il Feyenoord giocava nello storico, ma ormai troppo piccolo, Kromme Zandweg Stadion). La costruzione del De Kuip si basava un progetto rivoluzionario, per l'epoca, con due anelli continui e completamente liberi da impedimenti strutturali nella visuale - gli esempi principali presi a modello erano state le due tribune principali di Highbury (Londra), appena rinnovate, e l'ormai defunto Yankee Stadium di New York.


Durante la II Guerra Mondiale era stato ampiamente danneggiato e utilizzato come "cava" di materiale dalle truppe dell'occupazione nazista ma, con il termine del conflitto, venne ristrutturato, ampliato e vide anche l'aggiunta dei riflettori per le partite in notturna. nel 1991 è stato inserito tra i monumenti della città di Rotterdam e, nel 1994, ha attraversato l'ultima ristrutturazione, con una capienza giunta a 51.000 persone, tutti posti a sedere e la copertura sull'intero impianto. Invece di costruire un nuovo stadio, come inizialmente pensato, il Feyenoord ha deciso di recente di ampliare il De Kuip. I lavori inizieranno quest'anno - fine prevista 2018 - per costruire una copertura mobile, aumentare la capienza a 70.000 posti e farne lo stadio più grande d'Olanda.




***

Estadio de San Mamés, Athletic Bilbao-Torino, 26 febbraio 2015.

clicca qui per l'articolo di approfondimento sullo stadio San Mamés

Da Rotterdam a Bilbao, con la trasferta del Toro all'Estadio de San Mamés contro l'Athletic Bilbao. Il "nuovo" San Mamés, sarebbe più corretto, dato che lo stadio dove giocheranno i granata è l'impianto inaugurato il 16 settembre 2013, costruito (quasi) sulle fondamenta della storica Catedral. Il nuovo stadio, infatti, è stato edificato sul terreno adiacente al vecchio stadio e ha iniziato a ospitare le partite dell'Athletic quando erano stati completati solo 3 lati dell'impianto. L'unica gradinata che insisteva sul vecchio San Mamés è stata costruita successivamente, appena completata la demolizione delle strutture attigue.


Il "nuevo" San Mamés ha una capienza di circa 53.000 persone ed è un ottimo esempio di moderna architettura applicata allo sport, con una facciata esterna continua movimentata da elementi geometrici illuminabili in notturna e un interno spettacolare, con due ampi anelli molto ripidi a ridosso del campo. L'impianto è stato selezionato per ospitare alcune partite di Euro2020 (edizione itinerante).



clicca qui per la prima parte, con Hüseyin Avni Aker Stadium, Trabzonspor, per Trabzonspor-Napoli; Celtic Park, Glasgow, per Celtic-Inter; White Hart Lane, Londra, per Tottenham-Fiorentina.


*
Condividi questo articolo sui social usando i bottoni laterali, iscriviti al blog per ricevere ogni aggiornamento e commenta con le tue opinioni, critiche o consigli. Per scrivermi via email o seguirmi sui profili social, fare riferimento alla pagina "Contatti".

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

Commenti