• News

    Al via i lavori per lo Stadio Filadelfia: la conferenza stampa


    stadio filadelfia ricostruzione


    Questa mattina si è tenuta la conferenza stampa di avvio lavori per la ricostruzione dello Stadio Filadelfia, qui a Torino. All'incontro, che si è svolto all'interno del perimetro dello stadio, dove una volta c'era il piazzale esterno della tribuna centrale, hanno partecipato il presidente della Fondazione Stadio Filadelfia, Cesare Salvadori; il dg del Torino FC, Antonio Comi; Carlo Fornaca, titolare dell'impresa che si è aggiudicata i lavori, la C.S. Costruzioni; Domenico Beccaria e Gian Carlo Bonetto, tra le figure storiche dell'associazione e sempre in prima linea in questi anni verso questo obiettivo.

    Come annunciato dallo stesso Salvadori, l'inizio ufficiale dei lavori è previsto per sabato 17 ottobre 2015, alle h11.30, in una sorta di ideale celebrazione degli 89 anni dall'inaugurazione del vecchio stadio. Allo stesso modo, per quanto riguarda il lotto-1 (campo e tribuna), la ferma volontà di tutti è di poter tagliare il famigerato nastro il 17 ottobre 2016, per i 90 anni del campo.

    L'impianto sportivo, parte ovviamente preponderante del progetto, sarà costituito da 2 campi da gioco, in perfetta similitudine con il vecchio "Fila". Il campo principale, che sarà inoltre a uso della Primavera per le partite ufficiali e della prima squadra per gli allenamenti, avrà 4.000 posti di cui 2.000 nella tribuna coperta, costruita a richiamo dell'originale. Il terreno di gioco principale sarà in erba naturale, mentre il campo secondario avrà un manto misto naturale-sintetico. La volontà primaria, ribadita da Salvadori, è "fare del nuovo Filadelfia una casa del Club, dei tifosi e della gente del Toro", passando dalla costruzione di una foresteria che permetterà ai giovani calciatori di vivere in granata 24 ore al giorno. Solo in un secondo momento (quindi dopo l'ottobre 2016) si potrà realizzare la parte aggregativa e, soprattutto, quella museale, lato v. Giordano Bruno, per la quale, come ha sottolineato Domenico Beccaria, "Gianluca Garaffi di Tecnikabel si è offerto di investire 38.000€ per il progetto definitivo, un aspetto che ci permetterà di rafforzare la nostra proposta in sede di bando di gara e nella ricerca di sponsor. E qualcuno si è già fatto avanti, ma facciamo un passo alla volta".

    Il piazzale di separazione tra i due campi diventerà Cortile della Memoria, con una fila di elementi verticali in ricordo di ciascun componente della squadra del Grande Torino, installati lungo i gradoni rivolti sul campo secondario. Nella parte aggregativa, inoltre, troveranno posto gli uffici del Club e della Fondazione.

    lavori filadelfia conferenza stampa progetto

    stadio filadelfia elmetto
    Un elmetto della II Guerra Mondiale, italiano mod. 1933, l'unico ritrovamento dopo le attività estive di bonifica bellica


    Carlo Fornara, titolare di C.S. Costruzioni, ha evidenziato come alcuni dipendenti stiano già facendo i primi scavi preliminari (è stata già trovata la falda acquifera a circa 15m, necessaria alle operazioni di cantiere) e che dal cronoprogramma, ormai in via di definizione, saranno fondamentali le tempistiche delle attività di fondazione, nella prima fase, per poi affrontare la primavera già a pieno ritmo con i lavori e non rischiare ritardi.

    Vogliamo fare del nuovo Filadelfia una casa del Club, dei tifosi e della gente del Toro. (Cesare Salvadori)

    Altro aspetto, di contorno ma non troppo, ricordato da Salvadori, "tutte le attività pratiche che hanno permesso di arrivare a oggi: l'allontanamento della colonia di gatti e il disboscamento dell'area incolta del vecchio campo secondario, oltre che la bonifica bellica completata in estate, che ha portato al ritrovamento di un elmetto della II Guerra Mondiale. Inoltre, una piccola telecamera resterà fissa sul campo per documentare tutti i progressi dei lavori(visibile dal sito ufficiale della Fondazione, nella barra laterale destra, qui). Ovvia e comprensibile la grande soddisfazione di tutti ma, soprattutto, di Gian Carlo Bonetto e Antonio Comi. Il primo, tra i soci fondatori dell'associazione per la ricostruzione del Filadelfia, ha ricordato quanto sembrasse impossibile un risultato del genere 4 anni fa, quando in pochi erano partiti con quest'idea. E nel ricordare di aver visto il Toro giocare nel vecchio stadio, e aver fatto parte lui stesso di questi luoghi per un paio d'anni di scuola calcio, si è unita la voce di Antonio Comi, nel portare il saluto della società Toro e sottolineare le emozioni e il valore degli anni trascorsi al Fila da calciatore.
    • sito web Fondazione Stadio Filadelfia, link

    stadio filadelfia
    progetto stadio filadelfia conferenza stampa

    progetto stadio filadelfia conferenza stampa

    progetto stadio filadelfia conferenza stampa










    *
    Condividi questo articolo sui social usando i bottoni laterali, iscriviti al blog per ricevere ogni aggiornamento e commenta con le tue opinioni, critiche o consigli. Per scrivermi via email o seguirmi sui profili social, fare riferimento alla pagina "Contatti".

    Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

    2 commenti:

    1. Veramente non è un elmetto tedesco, ma è chiaramente un elmetto italiano mod. 1933 (a proposito, che fine ha fatto?). E i gatti li avete adeguatamente sistemati? Si potrebbero mandare a Roma, dove i gatti sono diminuiti mentre sono aumentati i topi in maniera oltremodo preoccupante.
      Alpino del Tiràno.

      RispondiElimina
      Risposte
      1. Buonasera Alpino, grazie per il commento e per la correzione! Ho riportato "elmetto tedesco" in buona fede, come ci era stato riferito alla conferenza stampa di presentazione lavori. Correggo subito la descrizione qui nell'articolo :)
        (a proposito dei gatti, sapevo avessero trovato sistemazione adeguata, ma in questo caso le parlo solo da abitante del quartiere, quindi non saprei darle dettagli maggiori)

        Elimina

    Proud Partner of








    Scarica l'app mobile e registra la tua presenza in uno stadio, ogni volta che vai a vedere una partita.
    Clicca qui per leggere la recensione.

    Attualità