• News

    Mondiale per Club 2015: gli stadi del torneo, Yokohama e Osaka

    mondiale per club guida stadi


    In Giappone, dal 10 al 20 dicembre, si disputerà l'edizione 2015 del Mondiale per Club. Sette squadre partecipanti (per l'Europa, ovviamente, il Barcellona vincitore della Champions League) e 2 stadi come palcoscenico per le partite del torneo. L'ormai "storico" International Stadium di Yokohama verrà affiancato dal Nagai Stadium di Osaka, al debutto nella competizione. Se il primo ha già visto partite di Confederations Cup e Mondiali sul suo campo (mentre il bilancio Sud America-Europa in Giappone è sul 3-3), l'impianto di Osaka ha dato più spazio agli eventi di atletica, oltre che alle partite di calcio della massima divisione nazionale. Andiamo, quindi, a scoprire questi due impianti, le loro caratteristiche costruttive e quali partite ospiteranno.

    Queste schede fanno parte della Guida completa al Mondiale per Club 2015, di Collettivo Zaire74. Scaricatela gratuitamente in formato .pdf qui.

    Nagai Stadium, Osaka
    capienza: 47.816 spettatori
    inaugurazione: 1964

    Lo stadio di Osaka, dal 2014 rinominato Yanmar Stadium Nagai per ragioni di sponsor, è al debutto nell’ospitare le partite valide per il Mondiale per Club. Costruito a inizio anni ’60, in occasione dei Giochi Olimpici di Tokyo 1964, venne inaugurato proprio con una partita di calcio durante la manifestazione: un “turno di consolazione” tra le perdenti dei quarti di finale, Jugoslavia-Giappone 6-1. Nonostante non fossero previste gare di altre discipline in quell’edizione dei Giochi, l’impianto era stato comunque costruito con un’impostazione “olimpica”, su pianta ovale e con la pista attorno al campo. Da qui l’utilizzo soprattutto per eventi di atletica, in particolare come sede di partenza/arrivo della Maratona Femminile di Osaka, dal 1982 a oggi.


    nagai stadium osaka
    ph flickr shatei


    Lo stadio si sviluppa prevalentemente su due anelli di gradinata, ma la distinzione tra i livelli non è particolarmente accentuata e conformazione e pendenze di progetto danno l’impressione di un elemento unico. Il secondo anello, poi, è in realtà costituito anche da un terzo anello, più piccolo, che si rivela solo guardando l’impianto in sezione: la tribuna principale, infatti, è più alta rispetto alla sua controparte opposta (e a loro volta entrambe sono più alte delle gradinate in curva) creando così un profilo degradante, e in parte ondulato, riconoscibile soprattutto da quanto il terzo anello cambi in altezza scorrendo lo sguardo lungo tutto il perimetro dello stadio.

    Un espediente interessante, che valorizza la presenza delle due grandi vele arcuate in copertura: costituite da travi reticolari e completate da una membrana in PTFE, si estendono per 15.876 mq e coprono interamente le due tribune, andando da una curva all’altra sostenute da due grandi pilastri quadrangolari in cemento armato. La visuale sul campo, nonostante la presenza della pista d’atletica, è valorizzata dalla pendenza delle gradinate che raggiunge i 27°, un valore molto alto rispetto alla media abituale degli stadi. All’esterno, invece, l’edificio è scandito dal ripetersi sistematico di pilastri verticali di sostegno, soluzione in linea con l’epoca del progetto che mette in risalto la struttura in cemento armato e l’imponenza delle dimensioni degli elementi principali.


    nagai stadium osaka architettura


    La scelta di una facciata esterna “leggibile” alleggerisce l’impatto dell’edificio sul visitatore, creando un ripetersi di vuoti/pieni che movimentano la struttura e ne diminuiscono l’effetto troppo pesante derivante dall’uso del cemento armato. Inoltre questa soluzione viene sfruttata anche sulla piazza circostante, dove la pavimentazione risulta disegnata e suddivisa in varie porzioni proprio dagli elementi verticali dello stadio.

    Dal 1996 è la “casa” del Cerezo Osaka, Club locale che milita in J-League e che utilizza l’impianto per le sfide più importanti (mentre gioca il resto delle partite al più piccolo Kincho Stadium, impianto di 20.000 posti situato esattamente di fronte al Nagai Stadium, all’interno del parco sportivo di Osaka - foto sotto).

    Il calendario delle partite del Mondiale per Club 2015, al Nagai Stadium:
    13 dicembre
    • QF1: vincente Playoff vs TP Mazembe
    • QF2: América vs Guangzhou
    16 dicembre
    • Finale 5°/6° posto: perdente QF1 vs perdente QF2
    • SF1: vincente QF1 vs River Plate
    nagai e kincho stadium osaka


    ***  

    International Stadium Yokohama, Yokohama
    capienza: 72.370 spettatori
    inaugurazione: 1998

    Considerabile come la sede moderna delle finali di Coppa Intercontinentale/Mondiale per Club, l’impianto, oggi rinominato Nissan Stadium per motivi di sponsor, è lo stadio più grande del Giappone. Il debutto sul panorama internazionale avviene con due partite della Confederations Cup 2001 e, soprattutto, durante i Mondiali 2002, quando ospita tre gare della fase a gironi e la finalissima Brasile-Germania decisa dalla doppietta di Ronaldo. Da quell’anno diventa palcoscenico fisso del torneo iridato per Club, sostituendo il National Stadium di Tokyo che aveva messo in fila ventidue edizioni consecutive. Lo stadio è il primo in Giappone costruito interamente su due livelli di gradinata e si estende su una superficie totale di 171.024 mq. Insiste su un isolato a pianta ovale, rialzato rispetto al piano stradale circostante, ma la sua conformazione è mistilinea: due curve tipiche della pianta ovale si agganciano alle due tribune rettilinee, ricalcando perfettamente la forma di una pista d’atletica (presente anche qui attorno al campo da gioco). Questa soluzione permette di avere uno stadio multi-sport senza l’ingombro maggiore, sul territorio, tipico di un classico stadio “olimpico” a pianta ovale.


    international stadium yokohama architettura


    L’anello superiore dello stadio termina “davanti” a quello inferiore di circa 10 m, per avvicinare il più possibile il pubblico all’azione. Per la stessa ragione, l'inclinazione (30°) è maggiore rispetto a quella della gradinata sottostante. Ogni fila di posti ha uno spazio di 90cm rispetto a quella davanti, una misura piuttosto ampia comparata agli standard abituali che permette maggior comodità di seduta agli spettatori. Alla base dell’anello superiore, lungo la tribuna principale, una piccola copertura “estraibile” fino a 5,5m è stata installata per riparare dalle intemperie l’area vip e la tribuna stampa in caso di necessità.

    Come già visto per il Nagai Stadium, anche in questo caso la struttura principale è lasciata a vista. Gli elementi portanti verticali e orizzontali in cemento armato precompresso sono perfettamente leggibili dall’esterno, con il risultato di movimentare un edificio altrimenti compatto e troppo imponente. La copertura, in pannelli di acciaio inossidabile, segue il profilo dello stadio ma copre solo il 75% delle gradinate. Una soluzione molto importante, invece, è quella della raccolta di acqua piovana, recuperata tramite un sistema tecnologico e riutilizzata per i servizi all’interno dello stadio, l’irrigazione del campo e (una volta depurata) per i vari locali interni – sette piani interni accolgono ristoranti, palestra, piscina e anche un piccolo impianto termale.

    Dal momento della sua inaugurazione, l’International Stadium è l’impianto casalingo degli Yokohama Marinos, il Club più longevo nella massima serie giapponese (1982-oggi) e uno degli unici tre ad aver sempre militato in J-League dall’anno della fondazione della lega, il 1993.

    Il calendario delle partite del Mondiale per Club 2015, all’International Stadium Yokohama:
    10 dicembre
    • Playoff: squadra locale vs Auckland City
    17 dicembre
    • SF2: vincente QF2 vs Barcellona
    20 dicembre
    • Finale 3°/4° posto
    • Finale
    Queste schede fanno parte della Guida completa al Mondiale per Club 2015, di Collettivo Zaire74. Scaricatela gratuitamente in formato .pdf qui.

    international stadium yokohama architettura




    *
    Condividi questo articolo sui social usando i bottoni laterali, iscriviti al blog per ricevere ogni aggiornamento e commenta con le tue opinioni, critiche o consigli. Per scrivermi via email o seguire i profili social di Archistadia, fare riferimento alla pagina "Contatti".

    Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

    Nessun commento:

    Posta un commento

    Proud Partner of








    Scarica l'app mobile e registra la tua presenza in uno stadio, ogni volta che vai a vedere una partita.
    Clicca qui per leggere la recensione.

    Attualità

    Support

    Sostieni con una donazione l'installazione della gradinata a posti in piedi nello stadio dello Shrewsbury Town, la prima in Inghilterra dal 1990!