• News

    Europa League 2016/2017: stadi e trasferte per le squadre italiane

    schede trasferte europa league 2016 2017

    Al via giovedì 15 settembre, l'Europa League 2016/2017 presenta quattro squadre italiane nella fase a gironi: Fiorentina, Inter, Roma e Sassuolo.

    In questo articolo vi presento il calendario delle partite in programma, con un occhio particolare alle trasferte e agli stadi dove giocheranno i Club italiani. Il tutto corredato da una grafica specifica per ogni squadra, con relative informazioni e distanze fra le località da visitare.

    -> clicca qui per l'articolo sulle trasferte di Juventus e Napoli in Champions League


    trasferte stadi fiorentina europa league

    FIORENTINA, Gruppo J - PAOK Salonicco, Qarabağ, Slovan Liberec

    La Fiorentina, fra i Club italiani di questa edizione di Europa League, sarà quella con la trasferta più lunga, a Baku, Azerbaijan, contro il Qarabağ. La squadra azera ospiterà i viola al Tofiq Bahramov Stadium, impianto che risale al 1951 e costruito nello stile neoclassico tipico degli stadi "sovietici" del secondo dopoguerra. Con 31.200 posti tutti a sedere è il secondo impianto più grande del paese ma sarà anche quello più grande in cui giocherà la Fiorentina nella fase a gironi.

    Il più piccolo è, invece, lo Stadion u Nisy di Liberec, casa dello Slovan. Qui sono due le curiosità interessanti: la gradinata nord è costruita e modellata su un rilievo roccioso sottostante, mentre i riflettori vennero installati soltanto nel 2000, per una sfida di Coppa UEFA fra Slovan e Liverpool.

    A Salonicco, l'antica Tessalonica, infine, la Fiorentina giocherà sul campo del Toumba Stadium, impianto di fine anni '50 con 28.703 posti. Con una struttura piuttosto massiccia, che ricorda molto lo stile degli impianti mediterranei, lo stadio è stato rinnovato e ampliato in vista delle Olimpiadi 2004, in particolare con l'installazione di una nuova copertura sulla tribuna centrale (unico settore coperto) e locali e servizi media e Vip a ridosso della gradinata.

    ***

    trasferte stadi inter europa league

    INTER, Gruppo K - Hapoel Be'er-Sheva, Southampton, Sparta Praga

    L'Inter torna in Europa League dopo un anno di assenza e, tra gli altri, farà visita a uno stadio di recente inaugurazione. Il Turner Stadium, casa degli isrealiani del Be'er-Sheva, è infatti stato inaugurato un anno fa, il 21 settembre 2015, dopo quattro anni di lavori. Può ospitare poco più di 16.000 persone ed è una struttura molto essenziale, con quattro gradinate interamente coperte.

    Lo "stadio all'inglese" sembra essere il denominatore comune delle trasferte europee dei nerazzurri nella fase a gironi, dato che nella sfida contro lo Sparta Praga si giocherà alla Generali Arena, stadio da 20.000 posti datato addirittura 1921, ma ristrutturato più volte nel corso del Novecento. In particolare, con l'intervento del 1994, venne rimossa la pista d'atletica trasformando l'impianto in uno stadio con quattro tribune e copertura in ogni ordine di posto. Non ci saranno problemi nemmeno per i trasporti, visto che la fermata di tram "Sparta" è servita da cinque linee diverse - oltre a due fermate della metropolitana nelle vicinanze.

    Altro stadio assolutamente "classico" - e in questo caso per ovvie ragioni geografiche - il St. Mary's Stadium di Southampton, che l'Inter visiterà a metà cammino nel girone. Impianto inaugurato nel 2001, in sostituzione dello storico The Dell, può ospitare oltre 30.000 persone ed è interessante, in particolare, per la copertura con i caratteristici tiranti e le gradinate a un unico livello che compattano il tifo del pubblico.

    ***

    trasferte stadi roma europa league

    ROMA, Gruppo E - Astra Giurgiu, Austria Vienna, Viktoria Plzeň

    Proseguendo in rigoroso ordine alfabetico troviamo la Roma, la squadra italiana che avrà le tre trasferte racchiuse in un'area piuttosto ristretta, nell'Europa orientale. All'esordio, il 15 settembre, sarà subito la volta di un viaggio in Repubblica Ceca, nella cittadina di Plzeň, alla Doosan Arena. Lo stadio ceko può ospitare 11.700 persone e, nonostante sia stato inaugurato nel 1955, si presenta oggi totalmente trasformato dopo la ricostruzione del 2003 e gli ammodernamenti del 2011 in linea con i criteri UEFA. Una tribuna principale indipendente su due livelli fa da contraltare all'anello su tre lati, per un impianto totalmente coperto in ogni ordine di posto.

    I giallorossi saranno poi di scena a Vienna in uno dei templi storici del calcio europeo, l'Ernst-Happel Stadion. Inaugurato nel 1931, sede della finale di Euro 2008 (e di varie finali delle coppe europee) viene utilizzato per le partite internazionali dei due Club della capitale, oltre che per lo stesso derby fra l'Austria e il Rapid. Rimodernato in molti punti proprio in vista degli Europei 2008, è collegato alla città con la linea 2 della metropolitana - a una fermata di distanza dal Prater.

    In Romania, invece, la Roma troverà l'impianto più piccolo del proprio girone, lo Stadionul Marin Anastasovici. L'Astra Giurgiu gioca qui le sue partite interne dal 2012, con il complesso dell'Astra Stadium, nella cittadina di Ploiești, diventato ora centro d'allenamento del Club. Seppure si tratti di uno stadio piccolo, 8.500 posti, le tre gradinate dell'impianto sono moderne, con vetrate laterali che riparano gli spettatori e copertura totale.

    ***

    trasferte stadi sassuolo europa league

    SASSUOLO, Gruppo F - Athletic Bilbao, Genk, Rapid Vienna

    Chiudiamo la presentazione di stadi e trasferte della fase a gironi di Europa League, con il Sassuolo. Alla prima apparizione europea della sua storia si troverà davanti viaggi relativamente brevi (fra le italiane è il Club con le minori distanze di viaggio, totale di circa 3.330 km - dati navigatore Google Maps). E non solo, avrà anche il privilegio di giocare in tre impianti di recente costruzione.

    Non servono presentazioni per il nuovo San Mamés di Bilbao (per il quale avevo scritto un articolo di approfondimento, qui), gioiello d'architettura inaugurato nel 2013 e prossimamente fra le sedi dell'edizione itinerante di Euro 2020. L'altro stadio, invece, che il Sassuolo andrà a provare "quasi" in anteprima è l'Allianz Stadion di Vienna. Costruito in meno di due anni, e inaugurato a luglio di quest'anno, può ospitare 28.000 persone ed è fra gli stadi più interessanti di quest'edizione dell'Europa League (da apprezzare, in particolare, l'ardita struttura cilindrica esterna che rivoluziona il disegno comune delle tribune principali).

    Infine in Belgio, alla Luminus Arena di Genk, inaugurata nel 1999: impianto che lascia poco all'immaginazione, esternamente, ma molto efficace nelle soluzioni progettuali interne, con l'anello di gradinata continuo attorno al campo, su due livelli, e una copertura totale sui 21.500 posti disponibili.


    *
    Condividi questo articolo sui social usando i bottoni laterali, iscriviti al blog per ricevere ogni aggiornamento e commenta con le tue opinioni, critiche o consigli. Per scrivermi via email o seguirmi sui profili social, fare riferimento alla pagina "Contatti".

    Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il nome dell'autore e del blog, e il link all’articolo originale.

    Nessun commento:

    Posta un commento

    Proud Partner of








    Scarica l'app mobile e registra la tua presenza in uno stadio, ogni volta che vai a vedere una partita.
    Clicca qui per leggere la recensione.

    Support

    Sostieni con una donazione la raccolta fondi da investire nello sviluppo dello stadio Benito Stirpe di Frosinone, a beneficio della squadra, dei tifosi e della comunità.

    Instagram

    Attualità