• News

    Guida agli stadi della Coppa d'Africa 2017

    guida stadi coppa d'africa 2017 gabon

    La Coppa d'Africa torna in Gabon dopo cinque anni e le 32 partite in programma si svolgeranno in quattro stadi, due dei quali di nuova costruzione. Li presentiamo in questa guida.

    La Coppa d’Africa 2017 - in programma dal 14 gennaio al 5 febbraio - torna in Gabon dopo cinque anni, quando l'organizzazione del torneo era stata condivisa con la Guinea Equatoriale. Tre edizioni dopo (complice quella del 2013, inserita apposta per far scalare la cadenza del torneo sugli anni dispari) il paese che giace sull’Equatore si presenta con quattro stadi, in altrettante città, e due di questi impianti sono di nuova costruzione.

    Non che gli altri due (a Libreville e Franceville) siano poi così “vecchi”, inaugurati nel 2011 in previsione del torneo continentale dell’anno successivo. Il Gabon, insomma, si mostra al mondo con quattro stadi costruiti negli ultimi cinque anni, un risultato eccezionale e da tenere bene in considerazione.

    L’entusiasmo per la possibilità di organizzare il torneo, cavalcato anche e soprattutto dal Capo dello Stato, Ali Bongo (rieletto non senza polemiche un anno fa), è stato abilmente sfruttato per intavolare una partnership edilizia con la Cina e, in particolare, con la Shanghai Construction Group. Proprio questa ditta – all’11esimo posto nel mondo per ricavi economici secondo una classifica del 2011 - è stata incaricata di costruire due stadi dei quattro che ospiteranno la competizione.

    Il governo cinese, inoltre, si è impegnato direttamente nell’investimento economico necessario, con il governo del Gabon che si è occupato, invece, del supporto logistico e delle opere infrastrutturali nelle aree circostanti.

    I quattro impianti della Coppa d’Africa 2017, quindi, vanno visti anche e soprattutto come l’avvio di un rapporto importante fra Gabon e Cina (con questi ultimi che hanno anche interessi sull'estrazione e la lavorazione di alcune materie prime sul territorio locale). Questo slancio progettuale combinato, inoltre, fa sì che il rapporto fra i due Paesi possa essere mantenuto a lungo termine anche dal punto di vista degli investimenti e delle possibilità future di intervento sullo sviluppo del paese centro-africano.


    guida stadi coppa d'africa 2017 gabon calendario


    Stade d’Angondjé – Stade de l’Amitié, Libreville
    inaugurazione: 2011, capienza: 40.000 posti
    Shanghai Construction Group

    Situato ad Angondjé, sobborgo a una ventina di km dal centro di Libreville, può accogliere 40.000 spettatori e ha già fatto da scenario per il torneo nel 2012, quando ospitò anche la storica finale vinta dallo Zambia ai rigori, contro la Costa d’Avorio.

    Non a caso è denominato anche “Stadio dell’Amicizia” (v. foto sotto), a sottolineare il rapporto Cina-Gabon di cui questo impianto è il portabandiera. Costruito fra il 2010 e il 2011, era stato finanziato interamente dal governo cinese e considerato a tutti gli effetti un regalo della Cina al paese africano. La posa della prima pietra venne celebrata simbolicamente dal Ministro dello Sport del Gabon, Rene Ndemezo’Obiang, insieme al Vice Ministro del Commercio cinese, Fu Ziying.

    È uno stadio a pianta ovale, progettato secondo uno schema piuttosto comune fra Oriente e Africa: due grandi vele su una travatura ad arco coprono le tribune laterali (su una lunghezza di 320m, la più grande del Paese), lasciando liberi i due settori dietro le porte. L’ovale ad anello continuo delle gradinate abbraccia il campo, dotato di pista d’atletica, mentre le due tribune centrali gemelle raddoppiano con un secondo anello che definisce l’impatto strutturale dell’intero edificio. La travatura reticolare che sostiene la copertura prosegue esternamente a terra con la stessa scansione strutturale ed è il segno architettonico più riconoscibile di questo stadio.

    Il costo finale, nel 2011, si aggirò attorno ai 60 milioni di $ per un cantiere che durò meno di due anni.

    Si giocheranno qui alcune partite dei gironi A e B, un quarto di finale, una semifinale e la finalissima, il 5 febbraio.


    guida stadi coppa d'africa 2017 gabon libreville angondje
    Stade d'Angondje - de l'Amitié, Libreville

    ***


    stadio franceville coppa d'africa gabon 2017
    Stade de Franceville

    Stade de Franceville, Franceville
    inaugurazione: 16 gennaio 2012; capienza: 25.000 posti
    Cabinet 2G

    Stadio dove la Nazionale del Gabon gioca spesso le sue partite casalinghe (v. foto sopra), è l'unico dei quattro impianti la cui costruzione è stata seguita da un'impresa locale, la Cabinet 2G - già impegnata in molti progetti sul territorio nazionale (tra gli altri, in particolare, è degno di nota l'intervento sullo Stade Omar Bongo, in centro a Libreville, con la riqualificazione dell'intero quartiere circostante).

    Lo stadio di Franceville, aperto nel 2005, per qualche anno è stato semplicemente costituito da una tribuna centrale e un campo da gioco in condizioni rivedibili. Ristrutturato e ampliato per la Coppa d'Africa 2012, è oggi invece uno stadio ben dimensionato per il calcio. Si dispone su una pianta ovale, con un anello unico di gradinata e due elementi di copertura lungo le due tribune principali. In particolare, la travatura reticolare in vernice gialla e le quattro torri blu (due per lato) che si issano sui due blocchi centrali di tribuna sono allo stesso tempo elemento strutturale principale e segno distintivo dell'edificio.

    In realtà la copertura, costruita a portico sulle gradinate, non offre l'assoluta certezza di riparo da eventuali intemperie - anzi, circa il 60% degli spettatori può dirsi sicuro di essere al coperto - ma è una soluzione apprezzabile che riesce a movimentare l'aspetto esterno dell'edificio (qui un video che mostra i risultati della ristrutturazione del 2012).

    A Franceville si giocheranno alcune partite dei gironi A e B, un quarto di finale e una semifinale.


    ***

    Stade d'Oyem, Oyem
    inaugurazione: gennaio 2017; capienza: 20.031 posti
    Shanghai Construction Group

    Oyem, con i suoi 60.000 abitanti, è la cittadina più piccola fra le quattro che ospiteranno le partite della Coppa d'Africa 2017. Situata su un altopiano nel nord del paese è anche una delle due sedi ospitanti ad avere uno stadio appena costruito, anche in questo caso con l'intervento della Shanghai Construction Group.

    Dopo due anni di lavori, infatti, lo Stade d'Oyem è stato completato giusto in tempo per la competizione continentale (v. foto sotto), con un progetto senz'altro molto ambizioso per l'area in cui è collocato. Anche qui abbiamo una pianta ovale ma senza la pista d'atletica, con l'anello di gradinate, unico e continuo, molto più vicino al terreno di gioco.

    Lo stadio si sviluppa secondo un profilo ondulato (con il punto più alto nelle due tribune centrali) seguito in parallelo anche dalla copertura, sospesa con una struttura ad anello su una sorta di portico sopra allo stadio. Il profilo interno del tetto racchiude anche il sistema di riflettori, per uno stadio costato circa 55 milioni di €.

    Non solo uno stadio di calcio, inoltre, ma anche la riqualificazione di un'intera area portata completamente a vocazione sportiva, con: un campo d'allenamento, tre campi da tennis, due campi da basket, più una centrale energetica e un albergo con 30 camere.

    Si giocheranno qui alcune partite dei gironi C e D e un quarto di finale.


    stadio oyem coppa d'africa gabon 2017
    Stade d'Oyem

    ***


    stadio port gentil coppa d'africa gabon 2017
    Stade de Port-Gentil

    Stade de Port-Gentil, Port-Gentil
    inaugurazione: gennaio 2017; capienza: 20.000 posti
    China State Construction Engineering Corporation

    Port-Gentil, principale porto del paese e seconda città più grande dopo Libreville, si trova su un istmo di terra affacciato sull'Oceano Atlantico e, complice la foresta appena fuori dalla città e la quasi totale assenza di strade degne di tal nome, tecnicamente non è collegata via terra al resto del Gabon.

    È qui che, nel 2015, viene posata la prima pietra dello stadio (v. foto sopra), alla presenza del presidente Ali Bongo e di Lionel Messi - con successivo fuoco incrociato di polemiche sull'argentino, criticato dai partiti locali per essersi presentato in jeans e maglietta, e dal resto del mondo per aver accettato l'invito di un regime quantomeno controverso.

    Oltre a ciò, la costruzione dello stadio si deve anche in questo caso ai cinesi e, in particolare, alla China State Construction Engineering, altra azienda leader nell'edilizia della parte orientale del mondo (vi ricorda qualcosa? Sì, ci era andato in visita Marco Fassone, per conto del Milan, qualche mese fa).

    Lo stadio, dal canto suo, ha caratteristiche molto interessanti. Costato circa 60 milioni di €, considerando anche l'ammodernamento delle infrastrutture dell'area circostante, ha come segno distintivo la sua "pelle" esterna: un rivestimento frangisole in colore oro scuro che avvolge tutto lo stadio e si collega dolcemente alla parte orizzontale del tetto vero e proprio, come un guscio, andando a schermare la struttura a vista delle gradinate (v. foto a fondo articolo).

    All'interno dell'impianto trovano posto anche un palco presidenziale e 20 vip box, mentre l'area esterna è stata riprogettata per accogliere campi da basket, netball, tennis e un campo d'atletica multi-funzionale.

    ***


    La Coppa d'Africa 2017, quindi, si propone come una vetrina sportiva importante per un Paese ricco di contraddizioni. E questi quattro stadi ne sono la prova evidente. Non sarà una rassegna continentale a cancellare i problemi sociali e politici della Nazione ma il Gabon - e la partnership con la Cina fa di questo torneo quasi un evento sino-gabonese - si propone con forza nel calcio, almeno in facciata, e ci lascia un esempio significativo per quanto riguarda l'approccio diretto e pratico alla costruzione di nuovi stadi.

    Segui i profili social di Archistadia per gli aggiornamenti durante lo svolgimento del torneo.

    Qui di seguito la grafica con il calendario del torneo (clicca sull'immagine per ingrandirla):

    calendario coppa d'africa 2017

    guida stadi coppa d'africa 2017 gabon
    Particolare della struttura di rivestimento esterno dello Stade de Port-Gentil
    guida stadi coppa d'africa 2017 gabon
    Statua che celebra "l'avvenire del calcio in Gabon", situata all'esterno dello stadio di Libreville
    *
    Condividi questo articolo sui social usando i bottoni laterali, iscriviti al blog per ricevere ogni aggiornamento e commenta con le tue opinioni, critiche o consigli. Per scrivermi via email o seguirmi sui profili social, fare riferimento alla pagina "Contatti".

    Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il nome dell'autore e del blog, e il link all’articolo originale.

    Nessun commento:

    Posta un commento

    Proud Partner of








    Scarica l'app mobile e registra la tua presenza in uno stadio, ogni volta che vai a vedere una partita.
    Clicca qui per leggere la recensione.

    Attualità