• News

    Football City Guides, in viaggio alla scoperta delle città del calcio

    football city guides recensione

    In libreria da pochi giorni, la nuova collana Football City Guides è la risposta alla voglia di calcio nei viaggi di ogni turista/tifoso. Luoghi, storie e indicazioni per scoprire il senso più profondo di questo sport tra le vie delle città europee.

    Lisbona e Zagabria sono i due capitoli d’esordio della collana Football City Guides (che nel resto dell’articolo abbrevierò FCG, nda), edita da Edizioni inContropiede e in vendita da pochi giorni – a fondo articolo i link di riferimento.

    Chiunque tra noi, appassionati/tifosi di calcio, almeno una volta nella vita è andato in vacanza all’estero e, fra la cattedrale e un museo, ha programmato la visita allo stadio, al negozio ufficiale del Club o a quel monumento in onore del calciatore locale più rappresentativo.

    Potreste voler andare al ristorante preferito di Eusebio, dove ancora oggi lasciano intatto il suo tavolo preferito

    FCG è proprio questo. Una guida che mette nero su bianco, in modo ottimamente ragionato e approfondito, quella voglia di scoperta sempre in bilico fra turismo e calcio, alla base della passione per questo sport.



    Alberto Facchinetti, co-autore di queste guide, me lo conferma in una piacevole chiacchierata: “L’idea di FCG si sviluppa proprio da questo e abbiamo cercato di presentarlo come un percorso dove si parla di luoghi, ma anche di storie di calciatori e squadre che sono collegate a doppio filo con la città in questione”.

    D’altronde, se uno stadio già di per sé è un luogo iconico i cui significati storici/sociali/sportivi vanno ben oltre la sua funzione (com’è nello spirito di Archistadia), ancor di più questo è un concetto che vale per la città e la sua gente.

    zagabria football city guide recensione
    Maksimir, Zagabria, ph Antonio Di Bonito

    “L’importanza degli stadi per alcune città è molto rilevante”, mi conferma Alberto. “Basti pensare al Maksimir di Zagabria e a quanto sia risultata emblematica la partita ‘mai giocata’ fra Dinamo e Stella Rossa nel 1990. O ancora l’Estadio Nacional di Lisbona e cosa rappresenta per i tifosi del Torino, con l’ultima partita prima della tragedia del 1949” (o, per motivi totalmente diversi, per i tifosi del Celtic, prima squadra britannica campione d’Europa nella finale giocata qui, nel 1967, nda).

    Gli stadi, però, nelle guide sono degli ideali punti di partenza. Da lì, per il viaggiatore, si apre un percorso di scoperta, che vogliamo stimolare il più possibile. L’idea è che queste pagine possano affiancare la classica guida turistica principale ma, perché no, anche funzionare come unico accompagnamento per 2-3 giorni in visita in queste città”.

    All’interno delle Football City Guides, infatti, si susseguono indicazioni tradizionali (percorsi, trasporti) alternate ad aneddoti storici o curiosità meno note. Potreste voler andare nel ristorante preferito da Eusebio, il “Sete Mares” – dove ancora oggi lasciano intatto il suo tavolo preferito – o conoscere 11 indirizzi per fare football-shopping (le liste a 11 sono il filo conduttore delle guide, come per una squadra di calcio).

    football city guides recensione
    Lisbona, ph visitlisboa.com

    O ancora andare alla scoperta di aspetti quasi nascosti che fanno capire quanto, davvero, il calcio abbia impregnato l’eredità stessa di queste città“Mi viene in mente il Cimitero Mirogoj, a Zagabria. Un cimitero monumentale dove sono sepolti anche alcuni dei calciatori più importanti della storia croata. E senza distinzione fra ebrei, ortodossi o cattolici”, mi spiega Alberto Facchinetti. “Oppure penso alle strade intitolate a personaggi celebri della storia del calcio di Lisbona – giocatori, allenatori, giornalisti. Ne abbiamo trovate undici, così tante che si tratta di un caso più unico che raro!”.

    D’altronde il viaggio dev’essere sempre una scoperta, per definizione. “La voce del barista”, per esempio, è un capitoletto che vi stimolerà a parlare con le persone del posto, a scambiare opinioni, ad arricchirvi tramite quella lingua universale che è il football.

    Viaggiare “per il calcio” ci permette di ampliare la visione “da tifoso” e apprezzare molto di più, e meglio, quanto la passione per questo sport si traduca in un’eredità importante per le città e i suoi abitanti, ovunque vi troviate. Il calcio è molto di più del risultato della singola partita e le Football City Guides sono lo strumento migliore per capirlo, viaggiando in modo più consapevole e appassionato fra i luoghi e le storie del football europeo.

    *
    Football City Guides (data di uscita: marzo 2017)

    gli autori:
    Lisbona Football Guide, di Alberto Facchinetti, Enzo Palladini, Jvan Sica
    Zagabria Football Guide, di Alberto Facchinetti, Jvan Sica, fotografie Antonio Di Bonito


    Ed. inContropiede: sito web, pagina Facebook

    football city guides lisbona zagabria recensione


    *
    Condividi questo articolo sui social usando i bottoni laterali, iscriviti al blog per ricevere ogni aggiornamento e commenta con le tue opinioni, critiche o consigli. Per scrivermi via email o seguirmi sui profili social, fare riferimento alla pagina "Contatti".

    Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il nome dell'autore e del blog, e il link all’articolo originale.

    Nessun commento:

    Posta un commento

    Proud Partner of








    Scarica l'app mobile e registra la tua presenza in uno stadio, ogni volta che vai a vedere una partita.
    Clicca qui per leggere la recensione.

    Support

    Sostieni con una donazione la raccolta fondi da investire nello sviluppo dello stadio Benito Stirpe di Frosinone, a beneficio della squadra, dei tifosi e della comunità.

    Instagram

    Attualità