• News

    Dal Tottenham agli Argonauti: la storia dei club "di casa" a Wembley

    tottenham wembley
    Alla scoperta di tutte le squadre di club che hanno utilizzato Wembley come "stadio di casa", dagli anni '30 fino a oggi, con il Tottenham che si appresta a giocarci per una stagione intera.

    Dopo l'anteprima dell'anno scorso, limitata alle partite europee, il Tottenham sta per iniziare un'intera stagione giocata completamente a Wembley. Lo stadio nazionale inglese quindi, evento più unico che raro, fino a maggio 2018 sarà anche la "casa" di una squadra di club.

    Non è una novità che sul prato di Wembley - che sia il vecchio o il nuovo stadio cambia poco - si presenti qualcuno che non indossa la maglia dell'Inghilterra o deve giocarsi una finale di coppa. Molto più spesso, però, questo è stato il caso di altri sport: football americano, ultimamente, ma anche rugby, corse motoristiche e gare olimpiche nei decenni passati.

    La situazione vissuta l'anno scorso, con il Tottenham in campo a Wembley per le partite di Champions ed Europa League, ha ripercorso il caso dell'Arsenal che, addirittura per due stagioni (1998/99 e 1999/2000), giocò qui le sue sfide europee casalinghe.

    Motivazioni diverse, certo: i Gunners all'epoca volevano "testare" uno stadio più grande, con in mente già il possibile abbandono di Highbury (che si concretizzerà sei anni dopo); per il Tottenham, invece, l'impossibilità di ospitare le partite europee in un White Hart Lane con "lavori in corso".


    ⇊ scorri a fondo articolo per il prospetto completo di tutte le partite di campionato giocate a Wembley


    Quest'anno, invece, con il Lane demolito e il nuovo stadio in arrivo, gli Spurs sono stati costretti a trovare una casa per tutte le partite, situazione senza precedenti nella storia dell'impianto nazionale inglese.

    Ma, nella lunga storia di Wembley, dal 1923 a oggi, solo Arsenal e Tottenham hanno preso in prestito il giardino nazionale per i loro affari di club? La risposta è no e serve tornare alla fine degli anni '20, quando lo stadio era nei suoi primi anni di vita.

    clapton orient brentford wembley
    Clapton Orient-Brentford, a Wembley il 22 novembre 1930


    Il 22 novembre 1930 il Clapton Orient (che diventerà poi Leyton Orient) giocò contro il Brentford la prima di due partite di campionato a Wembley - la seconda sarà due settimane dopo, il 6 dicembre, contro il Southend. Decisione resa necessaria dai lavori di adeguamento in corso allo stadio degli Os, il Lea Bridge Road, che all'epoca aveva una recinzione di legno troppo vicina al campo da gioco.

    Il Clapton Orient vinse 3-0 contro il Brentford (v. foto sopra) davanti a 8.319 spettatori, ripetendosi poi con un 3-1 sul Southend nella gara successiva, questa volta con soli 1.916 tifosi accorsi sulle tribune e 100£ di incasso¹.

    Era l'allora Third Division South (con il corrispettivo della sezione 'North'), la terza divisione professionistica del calcio inglese, formatasi nel 1921, che accorpava le squadre della precedente Southern League.

    → leggi anche: "Quasi Amici", quando Tottenham e Arsenal si prestarono lo stadio a vicenda


    DILETTANTI A WEMBLEY

    Non solo, anche tra le fila dei dilettanti - e sempre nella stessa epoca - troviamo una squadra che giocò temporaneamente "in casa" a Wembley. Si tratta dell'Ealing AFC, uno dei Club fondatori della Southern Amateur League - campionato dilettante per l'area sud dell'Inghilterra - con sede nel quartiere di Acton, a Londra.

    L'Ealing fece anche meglio del Clapton Orient e giocò ben otto partite casalinghe a Wembley, mentre il campo di casa in Corfton Road (probabilmente collegato al Cricket Club ancora oggi esistente e fondato nel 1870) era inagibile per allagamento.

    La prima partita fu una vittoria per 1-0 contro l'Hastings & St Leonards, il 29 settembre 1928. Nelle altre sette gare arrivarono però sei sconfitte e l'affluenza di pubblico registrata dalle cronache dell'epoca è di 50 spettatori di media a partita.

    Le notizie sull'Ealing AFC si perdono nel tempo, se non che il club dilettantistico londinese nel 1914 andò addirittura in Portogallo a giocare cinque partite, di cui due contro il Benfica. All'epoca fu la seconda squadra britannica della storia a fare ciò, dopo i New Crusaders l'anno precedente.
    ealing afc wembley
    Girone, calendario e info per l'Ealing AFC, dalla guida ufficiale della Southern Amateur League, stagione 1928/29 ²



    IL VIAGGIO MANCATO DEGLI "ARGONAUTI"

    Dall'Ealing AFC, infine, si risale a R.W. "Dick" Sloley, uno dei pionieri del calcio britannico di inizio secolo, olimpionico per la Gran Bretagna nel 1920 e nazionale inglese a livello amateur con presenze nel Brentford e nell'Aston Villa a cavallo del primo conflitto mondiale.

    Coinvolto anche nella gestione dell'Ealing intorno agli anni '20, Sloley volle portare avanti il progetto di fondare un Club con i migliori giocatori dilettanti inglesi, con l'intento di iscrivere la squadra al campionato professionistico e dimostrare come fossero gli amatori ad avere ancora la custodia del vero spirito calcistico.

    La squadra in questione era l'Argonauts FC. Nel 1928 Sloley presentò il piano di fondazione del club, con sede a Londra, e pensò al White City Stadium come stadio di casa. QPR e Brentford, dalla stessa area cittadina, si opposero fermamente (il calcio dilettantistico era molto seguito all'epoca mentre i due club in questione, professionistici, avevano difficoltà ad attirare tifosi).



    tottenham wembley storia
    Wembley, 1928, prima di Inghilterra-Scozia


    Sloley allora guardò a poca distanza e scelse Wembley come stadio di casa degli Argonauts FC. Purtroppo, però, le votazioni alla candidatura non furono favorevoli. Al primo tentativo, nel 1929, gli Argonauts ricevettero un buon numero di preferenze, seppur non abbastanza per l'iscrizione, e si riproposero con fiducia l'anno successivo. Il crollo di voti, solo 6 su 33, fu però un chiaro segnale per Sloley e dopo il 1930 gli Argonauts FC non tentarono più l'iscrizione alla Football League inglese.

    Come detto, Sloley vedrà comunque un "suo" club giocare a Wembley - appunto, l'Ealing AFC, nel 1928 - ma non sarà la squadra che aveva in mente.

    Dopo 87 anni, quindi, il Tottenham riporterà le partite di campionato a Wembley. Un lungo percorso, iniziato alla fine degli anni '20, fra tentativi ambiziosi e necessità forzate, e passato anche dal sogno mai realizzato di un club dilettantistico fra i professionisti.

    *

    Le squadre di club "di casa" a Wembley nella storia - riepilogo:

    1928, Ealing AFC - Southern Amateur League (otto partite)³
    • 29/9/28, Ealing-Hastings & St Leonard's 1-0
    • 13/10/28, Ealing-Ipswich Town 0-4
    • 20/10/28, Ealing-Midland Bank 0-4
    • 27/10/28, Ealing-Bank of England 1-5
    • 3/11/28, Ealing-Westminster Bank 0-3
    • 10/11/28, Ealing-Barclays Bank 4-0
    • 1/12/28, Ealing-Aquarius 0-3
    • 8/12/28, Ealing-Old Lyonians 0-3

    1930, Clapton Orient - Third Division South (due partite)
    • 22/11/30, Clapton Orient-Brentford 3-0
    • 6/12/30, Clapton Orient-Southend 3-0

    1998/1999 e 1999/2000, Arsenal - Champions League
    2016/2017, Tottenham - Champions League/Europa League
    2017/2018, Tottenham - Premier League, Champions League



    tottenham wembley
    Tottenham-Juventus, amichevole, 5 agosto 2017

    ¹ da S. Inglis, Football Grounds of Britain, pp.211-212, London, CollinsWillow, 1996
    ² da SAL Archives, salarchives.co.uk
    ³ da Standard, Southern Amateur Football League magazine, pag. 10, vol. 2 - issue 2, Oct 2013

    *
    Condividi questo articolo sui social e commenta con le tue opinioni, critiche o consigli. Per scrivermi via email o seguirmi sui profili Facebook, Twitter e Instagram, fai riferimento alla pagina "Contatti".

    Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il nome dell'autore e del blog, e il link all’articolo originale.

    Nessun commento:

    Posta un commento

    Proud Partner of








    Scarica l'app mobile e registra la tua presenza in uno stadio, ogni volta che vai a vedere una partita.
    Clicca qui per leggere la recensione.

    Instagram

    Attualità