Storia e Architettura degli Stadi

  • News

    Russia 2018 - Gli Stadi: Rostov, Samara, San Pietroburgo

    guida stadi mondiali russia 2018

    Guida completa agli stadi dei Mondiali di Russia 2018 - Rostov, Samara, San Pietroburgo

    Rostov Arena, Rostov-sul-Don
    (inaugurazione: 2018 - capienza: 45.000)

    Sulla riva destra del fiume Don e a pochi km dal Mar d’Azov, che conduce al Mar Nero più a sud, sorge Rostov-sul-Don. Si tratta della più grande città della Russia meridionale, con la sua popolazione di poco superiore al milione di abitanti, e una storia che va oltre la fondazione del 1749. A 30 km a ovest, infatti, sorgeva Tana, insediamento portuale dell’antica Grecia risalente al VII secolo a.C. e successivamente rifondato dai veneziani intorno al XIII secolo.

    Rostov-sul-Don è oggi una città dinamica e moderna, ma anche un polo culturale e scientifico molto importante in Russia (da segnalare la presenza di ben tre università federali). La Rostov Arena, inaugurata in occasione dei Mondiali, è il punto focale attorno al quale la città si svilupperà anche lungo la riva sinistra del Don. Lo stadio, progettato da Populous, ospiterà le partite casalinghe dell’FC Rostov (vincitori della Coppa di Russia nel 2014).

    L’impianto è piuttosto semplice nella sua forma rettangolare, avvolto da un rivestimento continuo in pannelli retro-illuminabili (che danno il meglio di sé in notturna) e concluso da una copertura “a velario”. I due anelli di gradinata ospitano un totale di 45.000 persone ma la capienza potrebbe essere ridotta a 42.000 posti dopo il termine dei Mondiali.
    guida stadi mondiali russia 2018 rostov
    Rostov Arena

    Cosmos Arena, Samara
    (inaugurazione: 2018 - capienza: 45.000)

    Lo stadio di Samara, prossima casa del Krylya Sovetov, racconta a suo modo la storia della città e, allo stesso tempo, di una parte delle esperienze di architettura sportiva del Novecento.

    La città di Samara compare sulle mappe italiane, come porto sul fiume Volga, per la prima volta nel 14esimo secolo. Denominata Kuibyshev fino al 1990 (in onore di Valerian Kuybyshev, politico e rivoluzionario russo di inizio secolo) è stata centro d’eccellenza nella ricerca aerospaziale dell’Unione Sovietica. Qui fu costruita la navicella Vostok 1, sulla quale Yuri Gagarin diventò il primo astronauta a essere lanciato in orbita, nel 1961.

    La Cosmos Arena è una celebrazione di questa eredità, unita al richiamo strutturale degli impianti “dome” celebri soprattutto negli Stati Uniti nella seconda metà del ‘900. La struttura a cupola in acciaio avvolge l’intero stadio, terminando a terra con una sequenza di triangoli rovesciati che danno la sensazione di una navicella in fase di decollo. Lo stadio occupa una superficie totale di 156.000 mq e raggiunge i 60 m di altezza nel punto massimo, al centro della cupola.


    Embed from Getty Images


    Krestovsky Stadium, San Pietroburgo
    (inaugurazione: 2017 - capienza: 67.000)

    Lo Zenit San Pietroburgo aspettava il nuovo stadio da quasi quattordici anni. Risale al 2004, infatti, la prima idea di ristrutturare il vecchio Kirov Stadium, situato sull’isola Krestovsky e impianto di casa del club fra gli anni ‘50 e gli anni ‘80.

    La scomparsa dell’architetto Kisho Kurokawa, a cui era stato affidato il progetto, e il ridimensionamento di molte delle sue idee iniziali, portarono l’iter progettuale a rallentare più volte, anche per errori costruttivi e aspetti economici collegati (il costo dello stadio finale è risultato essere di sette volte quello preventivato in origine – quasi 50 miliardi di Rubli contro i 7 iniziali).

    Il Krestovsky Stadium ha mantenuto l’idea di base di proporsi come una versione ampliata e perfezionata del Toyota Stadium di Toyota, Giappone, anch’esso progettato da Kurokawa. La forma a disco delinea l’intera estetica dell’impianto, segnato dagli otto pennoni strutturali della copertura che si slanciano verso il cielo come frecce, raggiungendo l’altezza di 110 m (l’altezza massima del tetto è, invece, a 79 m). Lo stadio è dotato di un terreno di gioco mobile, che può scorrere completamente fuori dall’impianto, su una piattaforma del peso di 8.400 tonnellate.

    La Guida - Indice
    • Homepage - Guida agli stadi di Russia 2018 → link
    • Il calendario completo delle partite del Mondiale → link
    • I colori degli stadi di Russia 2018 (prossimamente)
    • Ekaterinburg, Kaliningrad, Kazan → link
    • Mosca (Luzhniki e Spartak) e Nizhny Novgorod → link
    • Saransk, Sochi, Volgograd → link

    guida stadi mondiali russia 2018 san pietroburgo
    Krestovsky Stadium, San Pietroburgo


    *
    Ti è piaciuto questo articolo?
    Sempre più persone apprezzano Archistadia e i suoi contenuti. La lettura di questo sito web sarà sempre gratuita e accessibile a tutti ma Archistadia ha dei costi. Dietro ogni articolo c'è un importante impegno di tempo, lavoro e dedizione.
    Se vuoi che Archistadia continui a essere un sito di approfondimento di qualità aperto a tutti, contribuisci con una donazione. Anche con 1 €, qualunque sia il tuo contributo aiuterai questo progetto a continuare e a migliorare costantemente. Grazie!


    Sostieni Archistadia

    Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il nome dell'autore e del blog, e il link all’articolo originale.

    Nessun commento:

    Posta un commento

    Social

    Proud Partner of

    Scarica l'app mobile e registra la tua presenza in uno stadio, ogni volta che vai a vedere una partita.
    Clicca qui per leggere la recensione.